Razionalizzare la spesa sanitaria: l’esperienza di So.Re.Sa

( fonte Il Sole 24 Ore 19-09-16 )

download

“E’ il soggetto aggregatore della spesa individuato dalla Regione. La sua mission è quella di razionalizzare la spesa sanitaria e di accorpare le gare d’appalto per il settore sanitario e non solo, come indicato dalla legge. UIn domani, anche se abbastanza rapidamente, So.Re.Sa diventerà un soggetto con raggio d’azione simile a quello di Consip, in merito alle gare”. Dal 2008 è diventata la più grande centrale acquisti italiana: opera, infatti acquistando direttamente i farmaci per conto delle ASL.

 

“Un tempo, quando gli acquisti erano di competenza delle Asl, nella sola Campania v’erano 24 procedure autonome e non coordinate. So.Re.Sa è riuscita ad efficientare il ciclo passivo e finanziario dell’approvvigionamento dei farmaci e dispositivi medici, sia sotto il profilo amministrativo che contabile. I tempi di pagamento sono pari oggi ad 80 giorni, ed entro dicembre 2016 diventeranno 60, grazie a nuove procedure elaborate partendo da uno studio della Business School of Management del Politecnico di Milano”. Ogni anno So.Re.Sa acquista farmaci per un valore di un miliardo di euro. I beni più acquistati sono farmaci, vaccini, dispositivi medici, presidi sanitari, apparecchiature elettromedicali, sistemi diagnostici, a cui si aggiungono gare di servizi (manutenzione, immobili, ecc.).

 

In un momento di forte cambiamento a livello sanitario –  con la nomina di tutti i nuovi direttori generali delle Asl campane – So.Re.Sa contribuisce a portare nuovi approcci. Il costo a carico della Regione per la copertura delle spese di funzionamento di So.Re.SA, nell’esercizio 2013, è pari a 5 milioni di euro. So.Re.Sa pertanto si autofinanzia ed allo stesso tempo produce surplus sotto forma di risparmio. Per quanto riguarda i flussi informativi, questi vengono gestiti in modo univoco ed è in fase di avvio un progetto per la creazione di un magazzino unico centrale, supportato da sette magazzini periferici deputati al transito della merce, in modo da ottimizzare gli acquisti, gestire le scorte minimizzando le perdite di giacenze.